Il 20 luglio 1975 cessava le pubblicazioni POGO, di Walt Kelly.

Pubblicato da Morrilwen il

Walt Kelly era morto due anni prima, ma la striscia era proseguita grazie al lavoro del figlio.  Pogo è il protagonista della omonima serie a fumetti a strisce giornaliere statunitense creata nel 1943. Il personaggio è un opossum antropomorfo che vive nella palude di Okefenokee in Georgia. Al suo esordio era una commedia popolata da una moltitudine di animali antropomorfi la cui principale attività consisteva nel creare situazioni e discutere tesi paradossali parodiando la società americana dell’epoca. Con il passare del tempo, la striscia perse la sua originaria impostazione, virando in una satira feroce ed implacabile della scena politica degli U.S.A. Inoltre, durante la sua gestione di Pogo, Walt Kelly ebbe la geniale idea di candidare il simpatico opossum, ogni 4 anni, alla carica di Presidente degli Stati Uniti d’America, con tanto di esilaranti campagne elettorali nelle strip e tour promozionali nelle università. Questa iniziativa, incarnata nello slogan I Go Pogo, contribuì a trasformare l’opera di Kelly in una delle icone della controcultura americana. Pogo è spesso mostrato mentre conduce una barchetta il cui nome, scritto sulla fiancata, cambia da striscia a striscia. 

Sotto una serie di immagini di disegni originali esposti ad Erlangen nel 2014: