Category Archives: News

Arrivate in biblioteca le tartarughe più famose del mondo!

Arrivate in biblioteca le tartarughe mutanti di Eastman e Laird! Grazie al grande RODOLFO ROTINI!

Grandi Antichi, Dei Esterni e tutta la mitologia lovecraftiana

a cura di ILARIO GOBBI

Su Youtube:

Illustrazione di FRANCESCO BIAGINI

 

 

Nello scorso week-end si è tenuto il LONDON FILM&COMIC CON

Molti ospiti. Nella sezione COMICS in particolare (e solo per citare i più famosi) :

David Lloyd

John McCrea

Mark BuckinghamSara Pichelli

Simon Bisley

Sul fronte dello spettacolo cine & TV invece, tra i molti altri:

Sean Young

Sam Neill

Rory McCann

Jason Momoa

David Duchovny

e soprattutto:

James Caan

L’organizzazione ha pubblicato anche un listino prezzi, di questo tipo: (solo per le stars cine-TV, grazie a Dio non c’è un listino per i fumettisti)

Autograph Price: £65

Photo Shoot Price: £65

Talk Ticket: £20

Il prezzo per un autografo varia dalle 20 alle 100 sterline. “Talk” in ogni caso non vuol dire “parlarci” ma solo “assistere ad un incontro”.

 

 

AUGURI a Pierre CHRISTIN!

Compie oggi ottant’anni PIERRE CHRISTIN, uno dei più grandi scrittori del fumetto francese.

Complimenti ad Alberto Becattini che vince il Premio Franco Fossati 2018

Con una monografia dedicata a Dan Barry, leggendario disegnatore di Flash Gordon, Tarzan, Indiana Jones….e che contiene anche circa 100 pagine di storie a fumetti inedite in Italia.
La giuria composta da Luca Boschi, Michele Ginevra, Gianni Brunoro, Paolo Guiducci e Claudio Ferracci ha scelto di premiare quest’opera edita dalla mitica associazione Anafi.

SONO SOLO NUVOLETTE!

Grazie a Giuseppe Pollicelli che dà del cretino a LUCA BEATRICE.

Che il critico LUCA BEATRICE fosse un cretino non era scontato quanto il suo essere un pallone gonfiato, presuntuoso e ignorante fascista. La figura della “capra” (come lo avrebbe definito se non fosse un suo accolito Vittorio Sgarbi) la fa dichiarando, perché ci crede oppure perché la cosa fa notizia (e con l’essere sui giornali queste soubrettes fondano la loro carriera) CHE ANDREA PAZIENZA NON E’ STATO UN ARTISTA.

E, non ridete, avrebbe potuto esserlo se non si fosse dedicato al fumetto!

Grazie LUCA BEATRICE, siamo ben contenti che i Critici d’Arte (il mestiere più vecchio del mondo) non intendano avvicinarsi al fumetto. 

 

 

Cronaca (nera) dal MYSTFEST di Cattolica. Il collettivo Becoming-x incontra CARLO LUCARELLI! Paura, eh?

Buona estate a tutti!

Ancora per festeggiare gli 80 anni di Superman. Qualche immagine.

 

L’edizione della Williams Inteuropa, numero 1 con poster

L’edizione Cenisio

 

 

L’albo speciale della Cenisio con le foto del film

 

 

 

Superman contro Muhammad Ali

copertina del grande Neal Adams

Per l’uomo che ha tutto! Buon compleanno Superman!

Anche se Jerry Siegel e Joe Shuster lo hanno creato nel 1933, è solo nel GIUGNO 1938 che viene pubblicata, su Action Comics n°1, la prima avventura di Superman, l’uomo d’acciaio, che quindi ufficialmente ha 80 anni!

Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti. Nelle sue varie incarnazioni Kal-El (questo il vero nome dell’alieno più famoso dei fumetti) in Italia è stato via via ribattezzato Ciclone, l’Uomo fenomeno, l’Uomo d’acciaio e Nembo Kid, per poi finalmente vedersi riconosciuto l’appellativo di Superman solo nel 1970.

Così su Wikipedia:

” il personaggio è quasi sempre presente con il nome di Nembo Kid e privato della lettera “S” sul torace fino al 1966 probabilmente per eludere i diritti sul personaggio e col nome originale fino al 1970. Questo creò non pochi problemi ai traduttori ed ai grafici italiani, costretti a minuziosi lavori di correzione su copertine e vignette, per eliminare la S dal petto e dal mantello, che in tal modo riportavano solo uno scudo vuoto (che nei primi albi era rosso, dal n. 19 diventò giallo)

Non crediamo proprio che la Mondadori avesse problemi in quegli anni coi diritti, piuttosto era opinione diffusa tra gli editori italiani che il nome di un personaggio dovesse avere una pronuncia fonetica semplice e uguale in italiano ed in inglese. Nel periodo anteguerra l’italianizzazione dei nomi aveva risolto il problema, il clima del dopoguerra imponeva invece di “americanizzare”, ma senza creare difficoltà di pronuncia per il lettore. In ogni caso non c’erano da parte dei lettori pretese di rigore filologico.

Una curiosità. la copertina qui sopra é opera del maestro italiano ANTONIO TOLDO.

Per saperne di più su Antonio Toldo:

http://www.guidafumettoitaliano.com/guida/persone/persona/38