MORT CINDER

“Ma il passato è morto come crediamo?” Un anziano antiquario compra oggetti del passato, ed il suo strano amico li riconosce, seppure antichissimi, per averli già avuti tra le mani durante la sua incredibile vita, perché egli è immortale. Può sembrare banale, ma nelle storie rievocate da Mort (così si chiama l’uomo eterno) siano esse risalenti alla costruzione della Torre di Babele, alla battaglia delle Termopili, alla tratta degli schiavi neri dall’Africa o alla prima guerra mondiale, c’è tutta l’umanità ed il suo dramma, illuminata dall’imperitura presenza di questo testimone profondamente umano, il corpo inossidabile al tempo ma che il tempo stesso ha dotato di una s (altro…)