la biblioteca sostiene FRIGOLANDIA

Pubblicato da Morrilwen il

una delegazione della bibliotecadellenuvole ha visitato la Repubblica di Frigolandia

 

UNA FIRMA PER NON ESSERE TALEBANI
Che cos’è un’avanguardia artistica? Il dizionario definisce d’avanguardia “ quei movimenti letterari o artistici
che propugnano o attuano nuove poetiche o nuovi modi espressivi in contrasto con la tradizione e con il
gusto corrente”. Nei primi anni ’80 la narrativa italiana a fumetti ha un sussulto. Siamo uno dei paesi con la
più importante tradizione in questo linguaggio, e prima di allora ci sono stati grandi autori che hanno
innovato, sperimentato, aperto a nuovi modi, singolarmente. L’unico vero movimento di avanguardia sono
stati i due collettivi di artisti di quegli anni, quello riconosciuto all’interno dell’inserto Valvoline della rivista
Alterlinus e quello che ruota intorno alla rivista Frigidaire. A volte in contrapposizione e a volte
compenetrandosi, i due gruppi riscrivono la grammatica del fumetto, e il fumetto non sarà più lo stesso. In
particolare la rivista Frigidaire non si limita a rivoluzionare il fumetto, ponendosi come di rottura anche dal
punto di vista della grafica editoriale e dell’approccio giornalistico. Inutile ricordare qui la storia che portò a
questo fenomeno, o i nomi dei grandi artisti coinvolti; si tratta di un’importante fetta della cultura italiana
del ‘900 della quale non si perderà memoria, poiché ha condizionato, come è delle avanguardie, tutto
quello che è stato prodotto dopo. Questo non ci esime dal garantire a chi verrà di poter studiare e fare
tesoro di quanto questa esperienza ha prodotto. Grazie al lavoro di un’associazione, guidata dall’ex direttore
della rivista Vincenzo Sparagna, e alla lungimiranza di un’amministrazione comunale umbra, il Comune di
Giano, l’importante archivio di pubblicazioni, documenti e disegni originali ha trovato una casa nelle
campagne della nostra regione, e viene costantemente visitato da turisti e studiosi anche di altri paesi. Oggi il Comune di Giano intende mettere fine a questo progetto, per recuperare (non è chiaro per farne cosa) gli edifici assegnati all’associazione che li ha ristrutturati dopo anni di abbandono. Se ci sfugge la strategia dell’amministrazione comunale che dovrebbe far tesoro di ogni occasione per rendere più interessante il proprio territorio, è invece evidente l’atteggiamento talebano di distruggere tutto quello di cui non si capisce il valore. La storia ci insegna che l’ignoranza fa più danni della cattiveria. Per questo motivo l’associazione UmbriaFumetto, che gestisce a Perugia la più grande biblioteca pubblica specializzata di fumetti d’Italia, la Biblioteca delle Nuvole, anche preoccupata in prima persona dalla deriva di negazione di valori culturali alla quale si sta assistendo, invita tutte le persone di cultura a firmare contro questa farsesca follia.

per firmare la petizione contro la chiusura di Frigolandia vai su:

https://www.frigolandia.eu/

oppure su

www.change.org

 

Categorie: News