C’E’ UN TESORO IN OGNI DOVE

Parafrasando gli amatissimi CALVIN&HOBBES…

…non possiamo non segnalare il reperimento di due piccoli gioielli, ultime acquisizioni della biblioteca.

Il cacciatore di reliquie fumettistiche si é recato alla Terra dei mercanti, fiera di antiquariato-modernariato-curiosità che si é tenuta a Bastia Umbria nello scorso fine settimana.

Scovati un paio di libri illustrati che hanno forte attinenza anche col mondo del fumetto e dell’animazione:

Il primo é I PESCATORI DI TREPANG, del sempreverde Emilio nazionale. Chi lo ha letto da ragazzo non potrà non essere rimasto impressionato dalla scena dell’attacco dei coccodrilli alle imbarcazioni dei pescatori. A questa scena drammatica ha dedicato la copertina del volume nientemeno che WALTER MOLINO, che non ha bisogno di presentazioni. Le illustrazioni interne, a mezzatinta, sono invece del monumento del fumetto nazionale CARLO COSSIO, disegnatore di Dick Fulmine, Kansas Kid e Buffalo Bill.

Il secondo reperto è il volume del 1933 (dedica interna a Mussolini e figlio) di RITA FAMBRI, splendidamente illustrato nientemeno che da NINO PAGOTTO, disegnatore anche di Topolino e Paperino nell’anteguerra e che insieme al fratello TONI realizzò, durante la II guerra mondiale il primo lungometraggio animato italiano, I FRATELLI DINAMITE. Più noto con lo pseudonimo di NINO PAGOT e sempre in tandem con il fratello è stato tra i principali animatori italiani del dopoguerra, dando vita, tra gli altri, al famoso Pulcino Calimero.