Piccolo reportage dal MUNCHEN COMIC FESTIVAL- Monaco di Baviera 25/28 maggio

Location incantevole ma disertata dal pubblico, complice forse il clima bellissimo che ha caratterizzato il fine settimana, e certamente la presenza di un altro evento simile (German Comic Con) in altra zona della città non ha aiutato. Vero è che il German C.C. aveva soprattutto ospiti legati alle tv series, come Emily Kinney (The walking dead), Dean Cain(The adventures of Lois & Clark), Julie Benz (Dexter), Alfie Allen (Game of thrones) o R.J.Mitte(Breaking Bad), mentre non era così nutrito il cast degli autori di fumetti, sul fronte del quale il Comic Festival poteva vantare, tra gli altri:

img_6092

Nicolas Tabary, figlio di Jean Tabary, il creatore del gran visir IZNOGOUD

img_6049

Zerocalcare, e ogni presentazione è superflua, che autografava il suo COBANE CALLING

img_6093

Enrico Marini, autore svizzero (ma ha anche la cittadinanza italiana) creatore de”Le aquile di Roma”, “Gipsy”, “La stella del deserto”, “Rapaci”, “Lo scorpione”

img_6096

Dennis Kitchen, fumettista underground americano, ma anche editore (ha creato nel 1970 la mitica Kitchen Sink Press), agente, e fondatore del Comic Book Legal Defense Fund.

hermann

Hermann Huppen, creatore di Bernard Prince, Le Torri diu Bois-Maury, Jeremia, Sarayevo Tango e molto altro (qui sta disegnando per un fortunato fan Jordan, il coprotagonista delle avventure di Bernard Prince, pubblicato il Germania con il nome di Andy Morgan)(foto copyright R.Belloni)

img_6103

Olivier Schwartz, fantastico ultimo erede della linea chiara francese, fortemente influenzato da Ives Chaland e Serge Clerc, autore con lo sceneggiatore Yann del volume “Gringos locos” in cui si racconta il viaggio compiuto dal trio di amici e colleghi Jijé, André Franquin e Morris negli Stati Uniti e in Messico, nel 1948. Un’avventura avvolta da un’aura leggendaria e di cui Yann ha messo insieme i frammenti per anni, riuscendo a chiarire – con affetto e ironia – alcuni aspetti di quell’epopea americana che ha tanto influenzato quei tre giganti della Nona arte europea. Disegnatore anche di importanti avventure di Spirou e Fantasio, ha dato vita alla saga, inedita in Italia, delle “Inchieste dell’Ispettore Bayard”, in collaborazione con lo scrittore Jean-Louis Fonteneau .

Sotto alcune immagini della mostra dedicatagli:

img_6064 img_6065 img_6068 img_6072 img_6076 img_6077 img_6078 img_6079 img_6081