Category Archives: Drawing Masters

Il 23 aprile 2005 ci lasciava il grande ROMANO SCARPA, il più importante autore italiano della scuderia Disney!

Sotto: i personaggi creati da Romano Scarpa che arricchiscono la famiglia Disney (tra i quali Trudy, Brigitta, Atomino BipBip, Filo Sganga, Zia Topolinda, Paperetta Jejè, Gancetto…)

E’ scomparso prematuramente PINO RINALDI.

A Pino Rinaldi, tra i primi italiani a conquistare l’America dei fumetti, dedicammo nel 1994 una mostra alla Rocca Paolina di Perugia durante il festival UmbriaFumetto. Salutiamo un grande disegnatore, ricordando le amabili chiacchierate in occasione del festival del fumetto di Falconara Marittima.

Tra le sue notevoli opere vale la pena ricordare la prosecuzione della serie Clandestine, creata da Alan Davis, del quale non fece sentire la mancanza.

La rete dà notizia della scomparsa di ROBERTO GHIDDI, grafico e art-director che con la GRANATA PRESS ( fondata nel 1989 con Luigi Bernardi ) ha rivoluzionato la grafica editoriale del fumetto.

La linea grafica di Ghiddi è ancora insuperata, nel settore del fumetto italiano e non solo.

BUONA PASQUA dallo staff della biblioNuvole!

autore: Art Spiegelmann

Uomini e topi

Il 24 marzo 1901 nasceva a Kansas City, Missouri, il creatore grafico di Mickey Mouse (Topolino): UB IWERKS (Ubbe Eert Iwwerks). Certamente il più importante collaboratore di Walt Disney e certamente “la mano dietro il topo”.

Nella foto Ub con Walt Disney:

 

Sotto una breve rassegna di opere di Iwerks, che oltre ad essere animatore e fumettista ha inventato diverse pionieristiche macchine per il cinema di animazione.

 

Il 22 marzo 1909 nasceva a S.Francisco (CA) Milton Erwin KAHL, detto “MILT”, uno dei “nine old men” della Disney.

Nine Old Men è il nome con cui vengono ricordati i nove animatori storici della Walt Disney (alcuni in seguito registi), creatori delle opere Disney più famose, da Biancaneve e i sette nani a Le avventure di Peter Pan. Walt Disney scherzosamente chiamava questo gruppo di animatori il suo “Nine Old Men”, che fa riferimento a Franklin D. Roosevelt e ai nove giudici della Corte Suprema degli Stati Uniti.

MILT KAHL è stato uno di loro, e il suo lavoro nell’animazione e nel character design è leggendario. Tanto per farsi un’idea:

 

Il 14 marzo 2002 moriva NISO RAMPONI (meglio conosciuto con lo pseudonimo di Kremos), uno dei più importanti disegnatori italiani, famoso soprattutto per le sue “donnine” disegnate per “Il Travaso”.

Nasce a Roma (Italia) il 6 gennaio 1924. Frequenta il Liceo Artistico e inizia a lavorare, intorno agli anni Quaranta, come animatore per La Settimana Incom, che all’epoca produceva anche cortometraggi d’animazione con la direzione artistica di Antonio Rubino.
Su settimanali come L’ometto Pic e L’Avventura pubblica illustrazioni e le prime storie a fumetti.
Collabora a un cortometraggio animato sceneggiato da Federico Fellini dal titolo “Hello Jeep!” che dovrebbe essere abbinato al film “Roma città aperta” di Roberto Rossellini, ma che, invece, non sarà mai proiettato.
La collaborazione con il settimanale umoristico Il Travaso inizia nel 1948, con lo pseudonimo di Kremos. Con la sue procaci donnine in copertina, la tiratura del settimanale aumenta notevolmente, anche se qualche numero viene sequestrato per oltraggio al pudore. Lavora anche come cartellonista cinematografico e continua a realizzare film d’animazione, ma le sue illustrazioni e vignette appaiono quasi in esclusiva su Il Travaso e, naturalmente, sui supplementi Travasissimo, salvo saltuarie brevi collaborazioni al settimanale Otto, tavole per la “Vita di Casanova” e disegni umoristici per alcune agenzie angloamericane come la londinese Black Star e la Crown di New York.
Nel 1949 collabora anche con Le grandi avventure, una breve serie di albi a fumetti della romana Mondiale Editrice. Nel 1957, a causa d’una questione di copyright sollevata da un omonimo pittore, deve firmarsi prima (Fu)Kremos e poi semplicemente Niso.
Dal 1962 insegna disegno animato presso l’Istituto di Stato per il cinema, a Roma.
Nel 1972 vince il Bagatto d’oro per la pubblicità di un “carosello” e nel 1974 partecipa come capo animatore alla realizzazione di un lungometraggio d’animazione intitolato “I tre Moschettieri”.
Negli anni Novanta svolge attività di grafico pubblicitario e illustratore.
Muore a Bozzolo (Mantova, Italia) il 14 marzo 2002.

 

 

 

Il12 febbraio 1946 nasceva in Belgio EVER MEULEN.

Meulen, il cui vero nome è Eddy Vermeulen, è grafico, illustratore, cartoonist e disegnatore di fumetti. Il più elegante. Insieme a Joost Swarte è considerato il più importante esponente odierno della ligne claire.

   

il 9 febbraio di 90 anni fa nasceva a Brooklin il più grande illustratore del ‘900: FRANK FRAZETTA!

Il grande vecchio è scomparso nel 2010, ma generazioni di disegnatori continuano e continueranno a guardare alla sua produzione come ad un punto di riferimento imprescindibile.

 

 

Oltre che incredibile illustratore Frank è stato anche un disegnatore di fumetti:

Vale la pena ricordare la sua fondamentale collaborazione a LITTLE ANNIE FANNY di Harvey Kurtzman e Will Elder:

…e i nove anni di lavoro con Al Capp sulla striscia LI’L ABNER:

Senza dimenticare gli anni della mitica rivista MAD…

da Wikipedia:

“Nel 1964, i disegni di Frazetta di Ringo Starr per Mad Magazine catturarono gli occhi degli United Artists studios. Fu avvicinato per fare i poster per Ciao Pussycat e guadagnò il suo stipendio di un anno in un pomeriggio. Realizzò diversi altri poster cinematografici.”

 

Sotto, Frank con Clint Eastwood ai tempi de “L’uomo nel mirino” (The gauntlet)

E infine qualche “schizzo”!

Il 5 febbraio 1996 se ne andò MAGNUS (Roberto Raviola).

Lo ricordiamo con qualche immagine de “LO SCONOSCIUTO”, forse il suo capolavoro.