Category Archives: Drawing Masters

Il12 febbraio 1946 nasceva in Belgio EVER MEULEN.

Meulen, il cui vero nome è Eddy Vermeulen, è grafico, illustratore, cartoonist e disegnatore di fumetti. Il più elegante. Insieme a Joost Swarte è considerato il più importante esponente odierno della ligne claire.

   

il 9 febbraio di 90 anni fa nasceva a Brooklin il più grande illustratore del ‘900: FRANK FRAZETTA!

Il grande vecchio è scomparso nel 2010, ma generazioni di disegnatori continuano e continueranno a guardare alla sua produzione come ad un punto di riferimento imprescindibile.

 

 

Oltre che incredibile illustratore Frank è stato anche un disegnatore di fumetti:

Vale la pena ricordare la sua fondamentale collaborazione a LITTLE ANNIE FANNY di Harvey Kurtzman e Will Elder:

…e i nove anni di lavoro con Al Capp sulla striscia LI’L ABNER:

Senza dimenticare gli anni della mitica rivista MAD…

da Wikipedia:

“Nel 1964, i disegni di Frazetta di Ringo Starr per Mad Magazine catturarono gli occhi degli United Artists studios. Fu avvicinato per fare i poster per Ciao Pussycat e guadagnò il suo stipendio di un anno in un pomeriggio. Realizzò diversi altri poster cinematografici.”

 

Sotto, Frank con Clint Eastwood ai tempi de “L’uomo nel mirino” (The gauntlet)

E infine qualche “schizzo”!

Il 5 febbraio 1996 se ne andò MAGNUS (Roberto Raviola).

Lo ricordiamo con qualche immagine de “LO SCONOSCIUTO”, forse il suo capolavoro.

 

FA PIACERE…

Arrivato in biblioteca il numero estivo 2016 della bellissima rivista inglese ILLUSTRATORS. Dentro una lunga intervista a DAVE McKEAN, e molte immagini.

Una in particolare mostra un pezzo della libreria nello studio dell’artista. Fa piacere vedere, in fila con gli altri volumi, POSTCARD FROM PERUGIA, il piccolo libro che Dave ha realizzato con gli schizzi fatti durante l’ultimo suo soggiorno nella nostra città (ricordiamo che McKean è stato ospite della manifestazione UmbriaFumetto nel 2000 e poi, nel 2010, in occasione del festival multimediale IMMAGINARIO, insieme a Miguelanxo Prado ha presenziato alla mostra TUTTI I COLORI DEL BUIO).

Il piccolo gioiello di Dave dedicato a Perugia è in ottima compagnia; le altre città che hanno avuto questo privilegio sono infatti Vienna, Barcellona, Bruxelles, Parigi e Bilbao!

Qui sotto uno dei due manifesti della mostra TUTTI I COLORI DEL BUIO…

e poi un momento conviviale con NICOLA ANDREANI, DAVE MCKEAN, MIGUELANXO PRADO e CLAUDIO FERRACCI, da Cesarino in piazza IV Novembre.

Il 15 gennaio 1905 veniva pubblicata l’ultima tavola di UPSIDE DOWN.

L’incredibile fumetto di Gustave Verbeek (August 29, 1867 – December 5, 1937) fu pubblicato sul New York Herald dall’11 ottobre 1903 al (appunto) 15 gennaio 1905, per un totale di 64 tavole. Si tratta di un’opera unica nel suo genere, nella quale Verbeek instaura un curioso patto con il lettore, che dopo aver letto le 6 vignette dovrà CAPOVOLGERE il giornale e leggerle di nuovo rovesciate; in questo modo la storia si sviluppa di fatto in 12 vignette, grazie al virtuosismo grafico dell’autore che progetta ogni personaggio o elemento del disegno in modo tale che capovolto abbia un significato diverso.

Gustave Verbeek era di origine olandese, nato (col cognome  Verbeck ) a Nagasaki, in Giappone, nel 1867, figlio del missionario Guido Verbeck. [1] [2]

Cresciuto in Giappone, poi  a Parigi per studiare arte, ha lavorato per diversi giornali europei, creando illustrazioni e vignette. Nel 1900 si è trasferito negli Stati Uniti, dove ha realizzato illustrazioni per riviste come Harper’s, e ha prodotto una serie di fumetti settimanali per i giornali. Nel 1918 abbandonò il cartooning.
 

Il 27 dicembre 1922 nasceva a Milano FERDINANDO TACCONI

Scomparso nel maggio del 2006, Nando è forse il più copiato disegnatore italiano, certamente uno dei più grandi inchiostratori della storia del nostro fumetto, senza dubbio il migliore nel disegnare aerei (la sua passione) e automobili. Ricordo un aneddoto: ci trovavamo in Puglia in occasione di SalentoFumetto (manifestazione che si tenne a Lecce dal 1996 al 2000, mi pare, su impulso di GIULIA SAMMARCO). Ricordo una serata bellissima, una passeggiata, e Nando che si ferma stupito davanti al castello di Otranto, esclamando “Ma l’è grand!”. Nando aveva avuto occasione di disegnarlo (basandosi sulla poca documentazione fotografica disponibile nell’era pre-internet) e adesso che se lo trovava davanti scopriva di non aver azzeccato le proporzioni, disegnandolo troppo piccolo. Un episodio che la dice lunga sulla passione con cui Nando faceva il suo lavoro. Al di là di questo, una grande persona.

20 dicembre! Tanti auguri a Corrado Mastantuono!

BUON COMPLEANNO DA TUTTO LO STAFF DELLA BIBLIOTECA!

Qui in una foto scattata in occasione di PERUGIA COMICS 2014.

Da visitare: http://www.corradomastantuono.com/

Gli auguri da Horacio Altuna. Grazie maestro!

Mi sento di condividere gli auguri personali del maestro Horacio Altuna con tutti i miei amici e con tutti gli amici della BIBLIOTECA DELLE NUVOLE. Auguri anche a te, Horacio, ed alla tua splendida famiglia!

Thomas Ott – Amarezza esistenziale

 

“I would like to do a story for children, but my work is still too heavy. It’s not good for children. Unfortunately, whenever I think of a story, things tend to get brutal.” Thomas Ott rivela la sua impotenza a costruire storie che non siano tragiche in un’intervista del 2002. Racconta che quando era bambino i suoi disegni erano già carichi di angoscia e cupezza e così, da allora, la cupezza è diventata una poetica.

Ott nasce nel 1966 a Zurigo, città composta e pulita di cui presto si stancherà andando a cercare il disordine metropolitano di Parigi per poi tornare di nuovo a vivere in Svizzera: ciclicamente, come nelle sue storie, dove le vite dei personaggi si ripetono amaramente in una circolarità sofferente.

Per immaginare una tavola di Ott devi crearti un’atmosfera particolare. Devi sentire l’ansia, la paranoia e non devi vedere vie di fuga. Devi sfiorare la follia, vedere quella vertigine sperando di