Maschera Fuggiasca – L’eroe indimenticabile che nessuno ricorda in mostra a Orvieto fino al 1 gennaio!

ALLO SPAZIONAUTA/MOBY DICK  in Piazza della Pace, zona ScaleMobili, Orvieto Scalo. E in più MERCATINO VINTAGE!

Dalla recensione di Ilario Gobbi:

“Maschera Fuggiasca è un peculiare eroe dei fumetti, pubblicato in Italia negli anni ‘60, che vive una molteplicità di avventure spesso surreali nei panni sia del titolare della testata che del suo alter ego, Johnson. Ricco viveur dalla mente scaltra, abile spadaccino, agile escapista, avventuriero dalle inesauribili trovate, si trovava spesso a vivere avventure al limite dell’assurdo con grande sbigottimento dei lettori.

MF venne creato da Elio Meliconi (sceneggiatore) e da Benito Martone (disegnatore) e fu pubblicato dalla casa editrice Edizioni Ecate a partire dal 1966: la serie con protagonista l’ambiguo eroe/villain impeccabilmente vestito ha contato ben 244 numeri oggi praticamente introvabili, editi prima in formato pocket e poi simil-bonelliano.”

“Il personaggio rappresentava l’eroe italiano che un po’ tutti noi vorremmo essere: astuto, abile, approfittatore, donnaiolo, incarnava l’amicizia, l’amore e un po’ di menefreghismo e viveva avventure italiche ricalcate dai cliché dei supereroi americani del periodo ‘60-’80.

A metà tra Alan Ford e Zagor, condivideva con il primo la propensione alle avventure a tratti surreali e grottesche (spesso lo si vedeva nei salotti della società bene), con il secondo la pluralità di generi che spaziavano dalle esplorazioni nelle inospitali lande artiche agli scontri con il supercattivo di turno.

I toni spaziavano dal decadente e raffinato all’avventura supereroistica a seconda del periodo: questa varietà di stili e di situazioni era il punto di forza della serie ma anche fonte di continui attriti tra gli sceneggiatori e il Martoni (o Martone? il cognome compariva scritto in vari modi), nonché causa di un certo straniamento nei lettori che un giorno vedevano MF duellare con gli orsi polari, un altro cercare di battere a scacchi un supercomputer.”

Sotto, una copia di Maschera Fuggiasca esposta alla Biblioteca delle Nuvole:

Sotto ancora: alcuni momenti del convegno dedicato all’eroe dimenticato in occasione di Tiferno Comics 2016, con LUCA BOSCHI (che ha parlato dell’influenza di MF sul fumetto italiano dell’epoca, rivelando inediti aneddoti), SUDARIO BRANDO (che ha lanciato una campagna per la ristampa delle introvabili avventure del personaggio e, addirittura, perchè no?, la ripresa delle stesse con nuove entusiasmanti storie!), LUCIANO BERNASCONI (che ha raccontato l’esperienza di aver lavorato come ghost-drawer di Martoni), CLAUDIO FERRACCI (che ha invitato tutti alla Biblioteca delle Nuvole, per poter ammirare rare copie della storica testata) e un anonimo testimone che ha raccontato di aver conosciuto personalmente Martoni, amico del nonno.